domenica 9 marzo 2014

In fuga

Un'esigenza diventata quasi ossessione, fu la voglia di seguire altre vie, e assolutamente allontanarmi da tutto cio' che mi ricordasse il quotidiano di mia madre.Una fuga disperata da una vita infelice,colma di rimpianti, e sogni infranti.Rabbiosa con tutti per le incomprensioni, per i giudizi gratuiti,la mia ribellione implodeva, rendendomi cupa e apatica.Io mai opportunista, e col senno di poi, sicuramente non lungimirante;ancora pago in prima persona le mie scelte,mai comode, mai condivise.Spesso in lotta  con  i sensi di colpa per non aver speso bene i miei giorni, ma ancor piu' delusa per non essere stata mai apprezzata per i miei principi.Decine di anni trascorsi, fatti di illusioni spazzate via dal vento della realta' e di tante lacrime rinchiuse nel silenzio.E poi un giorno come tanti sorprendermi a guardarmi nello specchio e rivedere mia madre e il suo sguardo così simile al mio. "Harwen"

4 commenti:

  1. A volte ci immergiamo in immagini cupe del nostro profondo, che ci rendono adirati e ci allontanano dal nostro contorno, ma vedere le cose in un'ottica ampliata e più obiettiva è senz'altro un ottimo metodo per accrescere la propria consapevolezza di vita e viverla con più serenità. Ho voluto dare questo senso a quanto hai scritto nel tuo elaborato. Ti ringrazio per le belle parole che hai speso per me e ti auguro un fine settimana spensierato e armonioso, un sorriso,silvia

    RispondiElimina
  2. Ognuno deve scegliere la strada migliore per la propria felicità.
    Serena domenica.

    RispondiElimina
  3. la verità ha solo un sorriso quello vero
    Maurizio

    RispondiElimina
  4. Il passato è un pesante fardello, per quanto possiamo crederlo superato in realtà anche solo una piccola parte la portiamo sempre con noi, una parte del nostro essere...

    Un abbraccio forte cara amica

    RispondiElimina

Lasciate un commento. . .

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...